Consorzi artigiani

Silvestrini (CNA), soddisfazione per l’approvazione della modifica normativa che consente ai nostri consorzi di partecipare ai contratti pubblici.

“Finalmente si pone rimedio ad una penalizzazione grave ed immotivata dei consorzi artigiani” Così Sergio Silvestrini, Segretario Generale della CNA, esprime la soddisfazione delle imprese artigiane e delle PMI per l’approvazione da parte della Camera dei Deputati di una normativa che ripristina la possibilità per i consorzi tra imprese artigiane di partecipare ai contratti pubblici.“Grazie al nostro impegno, ed alla sensibilità di numerosi Parlamentari della maggioranza e dell’opposizione, l’Aula della Camera ha approvato ieri un nuovo testo dell’articolo 17 del disegno di legge sullo sviluppo economico, la semplificazione, e la competitività (DDL 1441 bis B), che ripristina nella sostanza il testo licenziato nelle settimane scorse dal Senato, e permette alle piccole imprese ed alle loro forme associate di tornare a concorrere all’affidamento dei lavori pubblici di minore entità” afferma Silvestrini.
Con l’ultimo decreto correttivo del codice appalti, approvato nell’agosto scorso, infatti, era stata introdotta una norma che di fatto impediva ai consorzi delle imprese artigiane e delle PMI di partecipare alle gare per i lavori di importo inferiore ad 1 milione di euro.

“Il testo approvato dalla Camera dovrebbe chiudere, ci auguriamo definitivamente” continua il Segretario CNA , “la paradossale situazione che vedeva, dallo scorso settembre, le strutture consortili messe in campo dalle piccole imprese private della possibilità di partecipare alle gare d’appalto proprio nelle fasce di maggiore interesse per le aziende associate di minori dimensioni”.

“Per questo” conclude Silvestrini “ci auguriamo che il provvedimento, ormai già in terza lettura, sia rapidamente convertito in legge”.


Comments

comments